Notizie

13/07/2018

Comunicato Stampa, Prima Linea 2018

Nell’anniversario del giorno di nascita di Hazel Marie Cole si concludono le selezioni per la scelta dei vincitori della prima linea di provvidenze a favore dei bambini per atti di bontà nell’ambito della scuola elementare e media inferiore.
Il Premio alla Bontà Hazel Marie Cole quest’anno compie diciannove anni avendo registrato negli anni un continuo crescendo di interesse e successo non solo localmente.
La Fondazione, istituita nel 1999 dalla Famiglia Pianciamore, ha già assegnato prima della odierna premiazione 356 premi suddivisi in tre linee di provvidenze.
La prima linea premia atti di Bontà nell’ambito della scuola elementare e media, la seconda fornisce “pocket money” a ragazzi vincitori di borsa di studio per il Collegio del Mondo Unito di Duino, provenienti da paesi disagiati, la terza linea premia chi aiuta i non autosufficienti.
Del totale dei premiati alla fine dello scorso anno 164 sono italiani e 192 stranieri.
Come consuetudine il 13 luglio di ogni anno vengono assegnati i premi ai ragazzi della prima linea (scuole elementari e medie inferiori di tutta Italia) segnalati da Insegnanti, Direttori Didattici e Famiglie.
Quest’anno è stato registrato un record di segnalazioni e, nonostante la situazione economica sfavorevole con la diminuita redditività, è stato mantenuto l’ammontare dello scorso anno. Si è cercato di gratificare anche quest’anno quanti più candidati possibile allargando alle classi la solidarietà del Premio alla Bonta’ voluto dai Fondatori.
Ai quattro alunni che rientrano nel budget di quest’anno verrà riconosciuto cumulativamente l’importo di 4000 Euro. Mentre a due classi ed a una scuola saranno consegnati attestati per un formale riconoscimento dei meriti per gli atti di bontà collegialmente fatti. Poichè i premiati della prima linea sono minorenni e non potendo consegnare libretti a risparmio, verrà loro consegnato tra le altre cose, una polizza vita che garantirà loro un importo che produrrà reddito con scadenza al compimento del 18esimo anno di età.

I premiati della prima linea di quest’anno sono pertanto:

Classe 3a F – Scuola Secondaria di 1º Grado di San Domenico di Cesena
“Tutti i ragazzi con tenacia e affetto sono stati sempre vicini ad una compagna, colpita da una grave malattia, che a sua volta è stata esempio di forza, speranza e amore”.

Classe Ia D – ICS Federico II di Svevia di Mascalucia (CT)
“La classe si è mostrata particolarmente sensibile all’accoglienza di un compagno autistico collaborando con gli insegnanti in un clima favorevole a superare ogni tipo di difficoltà”.
Scuola Secondaria di 1º Grado dell’IC Maiore (Noto)
“L’intera scuola si è impegnata con l’obiettivo di determinare una maggiore e migliore integrazione dei “caminanti” senza voler stravolgere le loro prerogative sociali e i programmi scolastici”.

Lunetta Giovanni 1A – Scuola Secondaria di 1º Grado dell’IC Maiore (Noto)
“Altruista e responsabile con i compagni e gli insegnanti, si prende anche cura dei fratelli più piccoli prima di andare a scuola”.

Giannoccaro Sara – Istituto Comprensivo C.D.S.G.Bosco – S.M. 2°Gruppo Polignano a Mare (BA)
“Responsabile e affidabile aiuta tutti ed in particolare una compagna che in seguito a malattia non può frequentare assiduamente”.

Mastrochirico Antonella – Istituto Comprensivo C.D.S.G.Bosco -S.M. 2°Gruppo Polignano a Mare (BA)
“Si è prodigata con affetto nell’aiuto di un compagno in difficoltà, rivelandosi punto di riferimento per il raggiungimento della sua autonomia”.

Simone Berti – IC “M.Purrello” San Gregorio di Catania
“L’alunno si è distinto per la sua bontà nei confronti di un compagmo di classe autistico, sostenendolo con cura”.

———————————————————————————————————————-

24/01/2018

Comunicato Stampa, terza linea 2017

Il consiglio del Premio alla Bontà Hazel Marie Cole, presieduto da Etta Carignani, ha proclamato i vincitori per la terza linea di provvidenze per il 2017.

Come noto, il Premio alla Bontà Hazel Marie Cole, iniziativa triestina conosciuta ormai a livello nazionale, opera su tre direttrici: 1 – verso i bambini premiando atti di bontà nell’ambito della scuola primaria italiana; 2 – verso chi aiuta i non autosufficienti e 3 – verso i borsisti del Collegio del Mondo Unito provenienti da paesi poveri.

Come ormai è consuetudine, questa premiazione coincide con la fine dell’anno scegliendo tra i candidati alla terza linea di provvidenze a favore di chi, appunto aiuta i non autosufficienti.

I premiati della terza linea per il 2017 sono:

1- SUOR ANGELA ZACCARIA: Per la continua assistenza settimanale alle detenute del carcere del Coroneo a Trieste.

2- GIANNI MURADOR con il suo gruppo di volontari per gli ausili presso l’Associazione De Banfield che gestiscono con estrema disponibilità e competenza.

3- LUISA POPIA: Avanti negli anni ha saputo trovare le forze e il coraggio per assistere la figlia con dignità ed efficacia.

4- VINCENZO SGUBBI: Per l’assoluta e continua disponibilità non solo verso la moglie non autosufficiente ma anche verso alcuni utenti del cimitero di Trieste.

La premiazione dei vincitori Triestini avverrà il 30 gennaio 2018 ore 18.00 presso la sede di Piazza Benco 1, tel.: 040 367980.

Con questi premi si esaurisce la stagione dei riconoscimenti per il 2017 che sono in totale 26, ripartiti sulle tre linee: 5 per la prima, 17 per la seconda e 4 (con un gruppo di 9 volontari) per la terza linea.

Sin dall’inizio nel 1999 sono stati consegnati in totale di 356 premi, suddivisi tra 164 italiani (tra questi 42 triestini) e 192 stranieri.

Il Premio alla Bontà Hazel Marie Cole in totale ha assegnato finora 356 premi ripartiti sulle 3 linee di provvidenze istituzionali.

                                                      —————————————-

2/10/2017

Premiazione 2a Linea di provvidenze del Premio alla Bontà Hazel Marie Cole alle h 11.00 presso l’auditorium del Collegio del Mondo Unito a Duino, lunedì 2 ottobre 2017.

Tra i premiati di quest’anno ci sono:

1) Bishra Alali (Irak)
2) Fatemeh Arabpour Fathabadi (Iran)
3) Dler Awsman (Irak)
4) Alexa Dvorska (Slovakia)
5) Rusian Dominic (Moldavia)
6) Bashir Elyas (Studente Egiziano rifugiato in Italia)
7) Boboya Emmanuel Gabu (Sudan del Sud)
8) Kalkidan Gebrehiwot (Sudan/Etiopia)
9) Iliana Gjeci (Grecia)
10) Peter Micah (Sudan del Sud)
11) Nazia Nadir Shah (Pakistan)
12) Mercy Ndagire (Uganda)
13) Gana Radoeva (Bulgaria)
14) Fatima Salman (Pakistan)
15) Ahmed Sharafaldeen (Egitto)
16) Melos Shtaloja (Kosovo)
17) Fanni Varadi (Ungheria)

02/10/2017

Comunicato Stampa, (dal sito del Collegio del Mondo Unito dell’Adriatico di Duino), seconda linea 2017

Nel corso di una breve ma sentitissima cerimonia che si è svolta a Duino lunedì 2 ottobre al Collegio del Mondo Unito dell’Adriatico di Duino, 17 studenti bisognosi che frequentano il Collegio hanno ricevuto il Premio alla Bontà Hazel Marie Cole (XVIII edizione), voluto dal marito e dagli amici di Hazel per conferire stabilità nel tempo agli atti di bontà e di generosità da lei elargiti a titolo personale quando era in vita.
Il Premio alla Bontà opera su tre linee. La prima linea si riferisce agli atti di bontà nell’ambito della scuola elementare e media inferiore, la seconda consiste in aiuti economici a giovani, provenienti da paesi in via di sviluppo, la terza, infine, prevede dei premi in denaro per chi aiuta persone non autosufficienti. E’ nell’ambito della seconda linea, dunque, che i 17  studenti del Collegio hanno ricevuto quest’oggi un assegno dalle mani della Marchesa Etta Carignani, Presidente del Premio Bontà Hazel Maire Cole ONLUS, nonché dal dott. Aldo Pianciamore, Segretario dell’associazione e vedovo della signora Hazel.

I premiati sono studenti bisognosi che frequentano il Collegio del Mondo Unito dell’Adriatico di Duino cui viene assegnato un argent de poche spesso indispensabile per le loro necessità quotidiane. Tale somma, infatti, consente loro di coprire piccole spese come i biglietti dell’autobus, oppure l’acquisto di indumenti pesanti che non possiedono a causa della diversità del clima di Duino rispetto al loro luogo d’origine. Spesso, infatti, gli studenti che vengono ammessi al Collegio, sono ragazze e ragazzi con situazioni socio-economiche svantaggiate alle spalle, oppure provenienti da Paesi che attraversano situazioni di grande difficoltà politica o economica. Per loro il Premio Hazel Marie Cole rappresenta l’unica possibilità di fare fronte alle necessità che altri loro coetanei più fortunati possono dare per scontate. I premiati di quest’anno provengono da 13 paesi: Bulgaria, Egitto, Grecia, Iran, Iraq, Kosovo, Moldavia, Pakistan, Slovacchia, Sudan, Sud Sudan, Uganda e Ungheria. Nell’aprire la cerimonia, il Rettore, Dr. Mike Price, ha ringraziato sentitamente il dott. Pianciamore di voler aiutare gli studenti più bisognosi del Collegio in memoria della moglie. La Marchesa Etta Carignani, dal canto suo, ha espresso tutta la sua soddisfazione di poter premiare questi studenti, che da ogni angolo del pianeta vengono a Duino e si impegnano con profitto nello studio e nel perseguimento di valori come la pace, la fratellanza tra I popoli e la valorizzazione della diversità. “In un momento storico caratterzzato dalla violenza e dalla tendenza a respingere le culture diverse, la vostra presenza qui oggi e domani nel mondo è per noi un motive di gioia e di speranza”.

Alexa Dvorska, studentessa del secondo anno al Collegio, sottolinea come l’elargizione di questo premio abbia un grande impatto per tutti gli studenti beneficiari. “Grazie a questo premio in denaro anche i meno fortunati possono permettersi di uscire dal Collegio nel tempo libero, conoscere il territorio che ci ospita e godere delle meraviglie della cultura italiana: dalle bellezze artistiche, al paesaggio, alla gastronomia”. Per Bashir Elyas il significato di questo premio va molto al di là del pur importantissimo valore economico. “E’ molto importante per noi studenti meno avvantaggiati sapere che c’è qualcuno che pensa a noi ed è attento alla necessità di rendere noi studenti del collegio tutti uguali, a prescindere dalla situazione economica di ciascuno. Quando era in vita, la signora Hazel ha avuto nei confronti degli studenti del Collegio grandi attenzioni e affetto e sono molto grato al dott. Pianciamore e all’associazione che ha istituito questo premio di continuare a farci sentire tutto il suo affetto”.

Tra i premiati di quest’anno ci sono:

1) Bishra Alali (Irak)
2) Fatemeh Arabpour Fathabadi (Iran)
3) Dler Awsman (Irak)
4) Alexa Dvorska (Slovakia)
5) Rusian Dominic (Moldavia)
6) Bashir Elyas (Studente Egiziano rifugiato in Italia)
7) Boboya Emmanuel Gabu (Sudan del Sud)
8) Kalkidan Gebrehiwot (Sudan/Etiopia)
9) Iliana Gjeci (Grecia)
10) Peter Micah (Sudan del Sud)
11) Nazia Nadir Shah (Pakistan)
12) Mercy Ndagire (Uganda)
13) Gana Radoeva (Bulgaria)
14) Fatima Salman (Pakistan)
15) Ahmed Sharafaldeen (Egitto)
16) Melos Shtaloja (Kosovo)
17) Fanni Varadi (Ungheria)

 

02/07/2017

Comunicato Stampa, prima linea 2017

Nell’anniversario della nascita di Hazel Marie Cole si concludono le selezioni per la scelta dei vincitori della prima linea di provvidenze a favore dei bambini per atti di bontà nell’ambito della scuola elementare e media inferiore. Il Premio alla Bontà Hazel Marie Cole quest’anno compie diciotto anni avendo registrato negli anni un crescendo di interesse e successo. La Fondazione, istituita nel 1999 dalla Famiglia Pianciamore, ha già assegnato 356 premi suddivisi in tre linee di provvidenze. La prima linea premia atti di Bontà nell’ambito della scuola elementare e media, la seconda fornisce “pocket money” a ragazzi vincitori di borsa di studio per il Collegio del Mondo Unito di Duino, provenienti da paesi disagiati, la terza linea premia chi aiuta i non autosufficienti. Del totale dei premiati alla fine dello scorso anno 164 sono italiani e 192 stranieri. Come consuetudine il 13 luglio di ogni anno vengono assegnati i premi ai ragazzi della prima linea (scuole elementari e medie inferiori di tutta Italia) segnalati da Insegnanti, Direttori Didattici e Famiglie. Quest’anno è stato registrato un record di segnalazioni e, nonostante la situazione economica sfavorevole con la diminuita redditività, è stato mantenuto il budget dei cinque premi previsti ad inizio anno. Si è comunque cercato di gratificare anche quanti più candidati possibile allargando alle classi la solidarietà del Premio alla Bonta’ voluto dai Fondatori. Ai cinque alunni che rientrano nel budget di quest’anno verrà riconosciuto cumulativamente l’importo di 5000 Euro. Mentre a sei classi ed a una scuola saranno consegnati attestati su pergamena per un formale riconoscimento dei meriti per gli atti di bontà collegialmente fatti.

I premiati della prima linea di quest’anno sono pertanto:

  • Davide Lani IV Scuola primaria dell’IC “Giovanni XXIII” – Barile (PZ – Basilicata)

Rivela bontà, altruismo, solidarietà e collaborazione verso i compagni in difficoltà. Sempre pronto a tendere la mano, è un punto di riferimento per tutti.

  • Gianni Razzano IB Scuola secondaria di primo grado “Durazzano” dell’IC “n°2 Sant’Agata de’ Goti” (BN – Campania)

Ha sviluppato doti di generosità e capacità inclusive adoperandosi per tutti. Valido punto di riferimento a Scuola e grande sostegno in famiglia.

  • Debora Tateo IVB Scuola primaria dell’IC “S. Giovanni Bosco” – Polignano A Mare (BA – Puglia)

Si è distinta per bontà d’animo, cooperazione, sostegno e inclusione in particolare di una compagna straniera.

  • Francesco Simonte IIA Scuola secondaria di primo grado dell’IC “Michele Purrello” – San Gregorio di Catania (CT – Sicilia)

Sensibile e generoso, ha saputo sostenere una compagna in difficoltà  trascinando anche la classe in una gara di solidarietà. Ha dimostrato quanto i piccoli gesti di ogni giorno riescano a “costruire” un mondo migliore.

  • Stefano Ernesto Chiaradonna IIIA Scuola secondaria di primo grado dell’IC “G. Palatucci” – Montella (AV – Campania)

Percorrendo la strada dell’umiltà , della solidarietà e dell’accoglienza verso chi è in difficoltà, ha raggiunto ottimi risultati nell’integrazione sociale e culturale.

Abbiamo anche il piacere di comunicare che, per le cinque premiazioni “prima linea” del 2017, la Casa Editrice Guerini,  aderendo all’iniziativa della nostra Fondazione ha donato, a ciascuna delle cinque scuole,  libri che potranno arricchire le rispettive biblioteche scolastiche.

 

Inoltre riceveranno un attestato su pergamena:

  • Tomai Francesca VD Scuola primaria dell’IC “Giampietro – Romano” – Torre Del Greco (NA – Campania)

Per la costante attività preso la mensa dei poveri.

  • Girardi Gabriella VD Scuola primaria dell’IC “Giampietro – Romano” – Torre Del Greco (NA – Campania)

Per il suo generoso aiuto verso un compagno di classe in difficoltà.

  • Jude Xavier Thavascelan Juliana IID Scuola secondaria di primo grado “G. Mazzini” dell’IC “Lombardo Radice” (PA – Sicilia)

Per l’aiuto spontaneo a chi ha difficoltà di movimento nel suo condominio.

  • Di Maio Rosa VA Scuola primaria dell’IC “Giampietro – Romano” – Torre Del Greco (NA – Campania)

Per l’evidente e continuo interesse a favore dei poveri.

  • Guidotti Giorgia IIIB Scuola primaria “Miscia” dell’IC “Nord”– San Benedetto Del Tronto (AP – Marche)

Per la dimostrazione di libertà e per l’elevato senso civico dimostrato verso i prepotenti a scuola.

  • Plesso Migliaccio – Qualiano (NA – Campania)

Tutti i ragazzi sono stati capaci di creare un affettuoso spazio relazionale anche al di fuori della Scuola donando allegria e freschezza alle nonnine della Casa di Riposo.

  • Classe IIIB scuola primaria “A. Frank” dell’IC “G.Leopardi” – Castelnuovo Rangone (MO – Emilia Romagna)

I ragazzi con semplicità e grande cuore hanno dimostrato di avere vissuto e imparato l’inclusione, l’accettazione e il grande rispetto delle diverse abilità.

  • Classe IIIC scuola secondaria di primo grado dell’IC “Giovanni Paolo II” – Piano Tavola (CT – Sicilia)

I ragazzi hanno mostrato spontanea sensibilità e capacità di integrazione imparando anche la lingua dei segni. Hanno saputo rendere sereno il percorso scolastico di una compagna “speciale”.

  • Classe VD scuola primaria “Corrado Alvaro” dell’ IC “Cosenza III” (CS – Calabria)

La classe si è distinta per sensibilità, amore per l’ambiente e per le popolazioni colpite dal sisma, raccogliendo fondi che hanno donato alla città di Amatrice.

  • Classe I Scuola Canossiana secondaria di 1° grado “Madre AnnaTerzaghi” – Magenta (MI – Lombardia)

La classe ha guidato con affetto un compagno in difficoltà lavorando intorno ad un progetto comune teso all’integrazione e alla valorizzazione della diversità di ciascuno.

  • Classe IIE scuola secondaria di primo grado dell’IC “Lombardo Radice” (PA – Sicilia)

Gli alunni si sono distinti nel sostegno e nell’inclusione di una compagna “speciale” alla quale hanno assegnato il ruolo di “testa” che pilota le loro “braccia”, sia a scuola che fuori.

  • Classe IIIC Scuola secondaria di 1° grado dell’IC “Novoli” (LE – Puglia)

In una Scuola che esalta il BENE in ogni sua forma, i ragazzi della Classe III C hanno dimostrato di aver vissuto e imparato l’inclusione, l’accettazione e il rispetto per le diverse abilità.


 

premiazione dei sei vincitori della terza linea di provvidenze del Premio Alla Bontà Hazel Marie Cole.


Intervista Marianna Accerboni ad Aldo Pianciamore Marzo 2018